Acido ialuronico

Domande e Risposte

1) Cosa è l’acido ialuronico?

L’acido ialuronico è una sostanza prodotta naturalmente nel corpo che conferisce forza, idratazione e flessibilità a molte parti del corpo. E’ uno dei componenti principali del tessuto connettivo umano (tessuto che fornisce supporto strutturale e metabolico agli altri tessuti) e della matrice extracellulare. Il fatto che la sua struttura sia conservata lungo tutta la catena evolutiva testimonia la sua fondamentale importanza biologica nel corso dell’evoluzione.

http://www.doloreacuto.it/trattamento/acido-ialuronico-cose-e-cosa-serve/

Paweł Olczyk, Katarzyna Komosińska-Vassev, Katarzyna Winsz-Szczotka, Kornelia Kuźnik-Trocha, Krystyna Olczyk. (2008) “Hyaluronan: Structure, metabolism, functions, and role in wound healing”. Postepy Hig Med Dosw. 62: 651-659.

2) Qual è la struttura dell’acido ialuronico?

L’acido ialuronico è un glicosaminoglicano, ovvero una molecola formata da lunghe catene non ramificate di unità disaccaridiche. E’ costituito da unità alternate di acido glucuronico e di N-acetilglucosamina che si ripetono in una lunga catena lineare.

https://it.wikipedia.org/wiki/Acido_ialuronico

Paweł Olczyk, Katarzyna Komosińska-Vassev, Katarzyna Winsz-Szczotka, Kornelia Kuźnik-Trocha, Krystyna Olczyk. (2008) “Hyaluronan: Structure, metabolism, functions, and role in wound healing”. Postepy Hig Med Dosw. 62: 651-659.

3) Dove si trova l’acido ialuronico nel nostro corpo?

Nell’essere umano, l’acido ialuronico si trova in elevata concentrazione in diversi distretti corporei: nel derma, ossia nel tessuto connettivo della pelle; nelle cartilagini articolari e nel liquido sinoviale che riempie le cavità articolari; nei tendini, ma anche nell’umor vitreo dell’occhio dove inizialmente fu scoperto.

http://www.ialuronico.info/it/che-cos-e.htm

Eleni Papakonstantinou, Michael Roth, and George Karakiulakis. (2012 Jul 1) “Hyaluronic acid: A key molecule in skin aging”. Dermatoendocrinol. 4(3): 253–258.

4) Da dove può essere estratto l’acido ialuronico per supplementi?

Fino ad alcuni anni fa, l’acido ialuronico veniva estratto da animali, per la precisione dalla cresta dei galli (la cresta del gallo è il tessuto animale con la maggior concentrazione di acido ialuronico, circa 7500 µg/ml); oggi, tale sostanza viene estratta anche da batteri.
http://www.albanesi.it/alimentazione/ialuronico.htm

5) Quali sono le proprietà dell’acido ialuronico?

L’acido ialuronico possiede proprietà uniche, differenziate a seconda della sua formulazione e del suo peso molecolare, che vengono utilizzate in medicina per molte applicazioni (contro l’artrosi; per la guarigione di ferite, ustioni, ulcere della pelle; nella chirurgia estetica;..).
Il peso molecolare è decisivo nel determinare il tipo di funzione svolta dall’acido ialuronico, così se
l’alto peso (1.300-3.600 kDa) grazie alla sua viscoelasticità ha soprattutto un effetto meccanico assorbendo le sollecitazioni: viscosupplementazione
il basso peso (500-1.200 kDa) esercita un’azione biostimolante, e contrasta il processo infiammatorio: viscoinduzione

http://www.doloreacuto.it/trattamento/acido-ialuronico-cose-e-cosa-serve/

www.terapiainfiltrativa.it

6) Qual è il nesso tra acido ialuronico ed invecchiamento?

L’acido ialuronico presente nei tessuti viene continuamente metabolizzato ed eliminato, pertanto è importante che l’organismo continui a sintetizzarne di nuovo per rimpiazzare quello metabolizzato. Durante il fisiologico processo di invecchiamento, o in presenza di particolari condizioni patologiche, la produzione di acido ialuronico ed il suo peso tendono a diminuire, favorendo così la comparsa di fenomeni collegati, ad esempio, all’invecchiamento cutaneo con perdita di compattezza ed elasticità della pelle e comparsa delle rughe, o l’insorgenza di problemi alle articolazioni.
Le tecniche attualmente a disposizione permettono di sintetizzare diversi tipi di acido ialuronico che, avendo caratteristiche differenti, hanno diversi campi di applicazione.

http://www.ialuronico.info/it/che-cos-e.htm

Eleni Papakonstantinou, Michael Roth, and George Karakiulakis. (2012 Jul 1) “Hyaluronic acid: A key molecule in skin aging”. Dermatoendocrinol. 4(3): 253–258.

7) A cosa serve l’acido ialuronico?

L’acido ialuronico conferisce forza, idratazione e flessibilità a molte parti del corpo, compresa la pelle, la cartilagine (articolazioni), gli occhi, il cuore e i vasi sanguigni. La caratteristica di legarsi molto facilmente alle molecole d’acqua rende questa sostanza fondamentale per garantire l’idratazione dei tessuti, e allo stesso tempo renderli più elastici e proteggerli da eccessive sollecitazioni.

http://abckinitron.gr/en/content/most-frequently-asked-questions-about-hyaluronic-acid-ha-and-why-its-so-important-our-well

Eleni Papakonstantinou, Michael Roth, and George Karakiulakis. (2012 Jul 1) “Hyaluronic acid: A key molecule in skin aging”. Dermatoendocrinol. 4(3): 253–258.

8) In quali campi di applicazione viene impiegato l’acido ialuronico?

L’acido ialuronico vieni impiegato in diversi campi, quali la dermatologia, la reumatologia, l’artrologia, la chirurgia estetica, l’oculistica.
Grazie alle sue capacità cicatrizzanti e di ricostruzione tissutale, viene impiegato come trattamento su ustioni quando la lesione non è troppo grave ed estesa.
Le iniezioni di acido ialuronico vengono spesso impiegati per trattare processi di tipo infiammatorio e malattie articolari degenerative come, per esempio, l’osteoartrosi. In questo genere di trattamenti, l’acido riempie le aree della cartilagine, lubrificando le articolazioni, favorendone conseguentemente la guarigione. L’azione svolta da tale sostanza è quella di riempire le aree della cartilagine. In questa maniera si è in grado di ridurre i disturbi alle articolazioni, dal momento che l’acido ialuronico le rende adeguatamente lubrificate e resistenti alla sollecitazioni. In definitiva, si ottengono delle articolazioni maggiormente flessibili e mobili.
http://www.albanesi.it/alimentazione/ialuronico.htm

9) Perché è così importante l’acido ialuronico nelle articolazioni?

L’acido ialuronico ha la funzione di mantenere elastiche le articolazioni e favorire la cicatrizzazione. Funziona come un cuscinetto e/o un lubrificante nelle articolazioni così come in altri tessuti. L’acido ialuronico riempie le aree della cartilagine riducendo i disturbi alle articolazioni.

http://www.gjav.com/acido-ialuronico-cosa-e-a-cosa-serve/

10) Perché è così importante l’acido ialuronico nella pelle?

La pelle necessita della presenza dell’acido ialuronico per poter affrontare una serie di responsabilità e proprie funzioni. Innanzitutto, esso è necessario al fine di apportare una buona idratazione della pelle, ed ancora permette di trasportare le sostanze nutritive dal flusso sanguigno alla pelle.

http://www.gjav.com/acido-ialuronico-cosa-e-a-cosa-serve/

11) Qual è l’impiego dell’acido ialuronico nell’artrosi?

L’impiego di acido ialuronico in artrologia è molto frequente. L’utilizzo dell’acido ialuronico in questo ambito è dovuto al fatto che tale sostanza è uno dei componenti fondamentali del liquido sinoviale (sinovia); la sinovia riempie le cavità articolari ed è composta da acqua, acido ialuronico, glicoproteine e ioni. Le sue principali funzioni sono: nutrire i tessuti e lubrificare le giunzioni articolari.
L’artrosi è una delle patologie più comuni. È una malattia a carico delle articolazioni, soprattutto della colonna vertebrale e delle ginocchia, che colpisce la cartilagine, provocando lesioni degenerative della stessa. Nei pazienti soggetti ad artrosi esiste una marcata riduzione delle capacità viscoelastiche del liquido sinoviale. Una delle terapie per questo tipo di patologia è la terapia intra-articolare con acido ialuronico. Tale terapia, nata inizialmente con lo scopo di diminuire la sintomatologia dolorosa, si è dimostrata efficace sia a livello curativo che preventivo e trova giustificazione nel fatto che le spiccate proprietà viscoelastiche dell’acido ialuronico sono alla base della capacità di lubrificazione e le sue capacità viscosupplementative sono alla base della attività di resistenza alle sollecitazione meccaniche

http://www.albanesi.it/alimentazione/ialuronico.htm

Dong Rak Kwon and Gi Young Park.(March 2, 2012).“Intra-Articular Injections for the Treatment of Osteoarthritis: Focus on the Clinical Use of Several Regimens”. Osteoarthritis – Diagnosis,Treatment and Surgery, book edited by Qian Chen, ISBN 978-953-51-0168-0

12) Quali possono essere le modalità di assunzione dell’acido ialuronico?

L’acido ialuronico può essere assunto per via orale, iniettato o altrimenti applicato direttamente sulla pelle. Dosi e frequenze di applicazione variano a seconda dell’utilizzo che se ne intende fare.
Somministrato mediante infiltrazioni articolari, l’acido ialuronico favorisce infatti la lubrificazione e aiuta le articolazioni a ritrovare mobilità, riducendo infiammazione e dolore e stimolando allo stesso tempo l’attività rigenerativa delle cellule del tessuto cartilagineo (condrociti).
I supplementi di acido ialuronico sono anche utilizzati per aiutare a guarire le ferite e i danni alla pelle come ustioni, piaghe ed ulcere.

http://www.doloreacuto.it/trattamento/acido-ialuronico-cose-e-cosa-serve/